CLICCA PER IL BANDO DI SELEZIONE (1 PSICOLOGO E 1 PEDAGOGISTA) SU AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE

Progetto: PON 3.2 "Ambientinsieme" - Modulo 4 pagina 3 di 7

Aspetti geologici del corso Ambientinsieme
Geologa: Prof.ssa R. Salaris

La Giara di Gesturi e Tuili. Aspetti geo-botanici e origini geologiche

La vallata miocenica della «bassa Marmilla»
L'altopiano della giara è prevalentemente composto da basalto, roccia effusiva di origine vulcanica. Al di sotto di questo tavolato basaltico si trovano i sedimenti marini di periodo miocenico, costituiti da arenarie, marne e calcari, che nel complesso sono spessi circa 450 metri. Questi sedimenti, ricchissimi di fossili marini grandi e piccoli insieme ad altre "prove geologiche" ne documentano la sua origine.

La Giara di Gesturi.
La Giara di Gesturi è un altipiano basaltico di forma ellittica, e si estende su circa 42 kmq ad una quota media di 550 metri s.l.m. Al di sotto del tavolato basaltico, che risale a circa a 2.5 Ma, si trovano sedimenti marini risalenti al miocene, costituiti da arenarie, marne e calcari, spessi circa 450 metri. Queste rocce sedimentarie che costituiscono il basamento delle Giare sono ricche di fossili. Questo dimostra che in origine queste rocce facevano parte di un bacino marino, creatosi dopo l'impostazione di un rift che si estendeva dal Golfo di Cagliari sino al Golfo dell'Asinara.

La nascita della Giara.
Il periodo geologico in cui la Giara si è formata come la intendiamo oggi, non è del tutto definito. Ma l'esame dei basalti che costituiscono il tavolato, e delle rocce sedimentarie sottostanti ricche di fossili, ci consentono di datare in modo attendibile la sua origine.
Le prime lave, che hanno dato origine ai basalti, sono fuoriuscite circa 2,76 Ma fa dal Monte Zeppara Manna, e circa 2 Ma fa, sono fuoriuscite da Monte Zepparedda.

Mappa della Giara.

Legenda:

Serie sedimentarie della Marmilla, costituita prevalentemente da marne, arenarie e calcari. Miocene


Alcalibasalti di Zeppara Manna (2.76 Ma) Pliocene


Basalti subalcalini (2.51 Ma) Pliocene

Formazione della Giara.
Nel miocene, nel territorio dove oggi troviamo la Giara, c'erano solo delle colline e degli avvallamenti. In seguito, tra la fine del Cenozoico e l'inizio del Quaternario ci furono delle eruzioni vulcaniche che portarono al riempimento della valle di lava. Ancora in seguito la lava si solidificò e gli agenti atmosferici erosero le pareti della collina che erano composte maggiormente da sedimenti calcarei e lasciarono solo la lava che ora formava un altopiano. E da qui incominciò a formarsi la Giara.

Le origini.
La Giara di Gesturi è un altopiano basaltico
prima era una vallata e con il passare del tempo si formarono delle spaccature. Dalla fuoriuscita della lava dalle spaccature, si formò un altipiano. Gli agenti atmosferici modificarono l'altipiano e si formò cosi la Giara.

Nella giara ci sono i paulis

 

 

Gli animali della Giara.

 

Nella Giara tuttavia sono presenti alcuni problemi di natura ecologica: l'eccessiva presenza di bestiame al pascolo brado (suini e bovini) determina il cosiddetto «degrado da sovrapascolo», denunciato dall'eccessiva presenza di praterie ad asfodelo. Tutto ciò danneggia l'equilibrio dell'ecosistema di cui fanno parte integrante i famosi cavallini autoctoni. A tal proposito, gli organi competenti, nei mesi di aprile e maggio, hanno deciso l'abbattimento di numerosi capi bovini.

Joomla templates by a4joomla